“Aleksandr Nevskij” e l’ossessione del controllo Dopo una serie di boicottaggi da parte della censura, Ėjzenštejn porta finalmente a compimento il suo primo film sonoro, in collaborazione con Sergej Prokofiev.

In onda lunedì 20 su RSI LA1, ore 00.35 La musica negata Tratto da un romanzo autobiografico, la durissima opera di Polanski racconta con scarno realismo l’odissea di Władysław Szpilman, un pianista ebreo polacco sopravvissuto alle persecuzioni naziste.

Mondi allo specchio Una sera, Heather e Neil si incontrano ad una festa organizzata da un’amica in comune. L’attrazione è immediata e reciproca; la compatibilità dei caratteri contribuisce a rinsaldare il rapporto di giorno in giorno. Fino all’incontro con un ambiguo individuo, Machlis, che di mestiere fa il medium e rivela ai due giovani di…

Solitudine è beatitudine: Greenaway/Nyman/Mertens In una condizione dove ascesi mistica e graduale discesa tra le maglie di un meraviglioso infernale divengono un tutt’uno, a metà tra la visionarietà di Hieronymus Bosch e lo sfarzo del linguaggio manierista si insinua il cinema di Peter Greenaway.

Prince rules Più di Purple Rain o Under the Cherry Moon, Sign o’ the Times consente di penetrare nel profondo dell’arte di Prince. Se infatti i due titoli di fiction succitati giocano sul personaggio da lui incarnato, angelico e diabolico, conturbante e seduttivo, il terzo film pone più l’accento sulla sua poliedrica creatività, attraverso una…

Musica e cinema: dalla prassi compositiva allo stato attuale delle arti Conversazione con Teho Teardo Poliedrico, sempre attivo, diviso tra incisioni discografiche, teatro e cinema: Teho Teardo è un musicista, compositore, sound-designer noto per vari progetti musicali da lui fondati (Meathead, Matera, Modern Institute), le sue numerose collaborazioni con artisti italiani e stranieri (Blixa Bartley,…

“So, for once in my life, let me get what I want” England is mine è il biopic non autorizzato sul leader degli Smiths, Steven Patrick Morrissey, ai tempi della sua adolescenza, quando ancora nulla suggeriva il suo futuro successo nella band. Della musica degli Smiths – ahinoi – non vi è traccia (trattasi appunto…

Sinfonia di una nave da guerra “Considerare colonna sonora di Meisel soltanto nella sua componente musicale, significa non comprendere il suo obiettivo. Certo, occasionalmente vi è un tema musicale, ma questa colonna sonora si può descrivere perfettamente come un commento al film e allo stesso tempo una sua componente, un simbolismo auricolare che armonizza ritmicamente…

Cacofonia organica I suoni e i rumori di scena creati da David Lynch per Eraserhead mettono a dura prova lo spettatore e, da elementi vibranti e riproduttivi (di una realtà filmica di per sé cacofonica e ottundente), si insinuano nella materia organica rigettata a fiotti sullo schermo, sospesa a mezz’aria, in escrescenza, tra luce e…

Great party, isn’t it? Il tempo e la follia umana si annullano in quella che, a distanza di quasi quarant’anni, è ancora una delle messe in scena più potenti di tutto il cinema post-moderno. The Shining torna al cinema, per travolgere ancora le platee con l’ormai famosa ”onda di terrore”. Dicitura che campeggiava sui manifesti…

© 2016 Leitmovie - Associazione culturale | CF:91379950370 | info@leitmovie.it | Cookie Policy
Top

Web design a cura di Beltenis.it