About Alessandro Guatti

Laureato in Storia e critica del cinema presso il DAMS di Bologna e specializzatosi in Cinema, Televisione e Produzione multimediale con una Tesi di Studi Culturali sull’identità e la memoria nel cinema israeliano contemporaneo (110 con lode), delinea la sua attività professionale come critico cinematografico per Melegnano webtv, Cinemacritico, Farefilm, Interference e come videomaker orientato verso produzioni legate all'ambito musicale e teatrale, con documentari e videoclip. Ha ideato e conduce, insieme a Massimiliano Colletti, la rubrica cinematografica "LeitRadio", inserita ogni settimana all'interno di "Piper" su radio Città del Capo.

Un artista a tutto tondo Si costruisce da sé il documentario di Giorgio Verdelli su Paolo Conte: una narrazione talmente fluida e naturale da rendere inutile qualsiasi artificio macchinoso. I tasselli che vanno a delineare la personalità artistica del cantautore sono così ben inanellati che paiono richiamarsi l’un l’altro, presentando un elemento musicale immediatamente analizzato…

Da Venezia 77 Alessadro Guatti su Narciso em Férias, il documentario di Renato Terra e Ricardo Calil dedicato al grande Caetano Veloso

Purezza e spiritualità nella musica È nell’esplorazione così acuta e profonda del conflitto tra spirituale e commerciale che risiede la forza di The Disciple, l’opera firmata da Chaitaynya Tamhane in concorso a Venezia 77.

Continua lo speciale su Elio Petri con la recensione di Alessandro Guatti su Un tranquillo posto di campagna

Dal Gender Bender 2019 Alessandro Guatti su Kanarie di Christiaan Olwagen

Alessandro Guatti intervista per Leitmovie Braam du Toit, compositore della colonna sonora di Moffie, presentato a Venezia 76

Da Venezia 76 Alessandro Guatti su Moffie di Oliver Hermanus

  Un affascinante Maurice Chevalier nei panni del maturo e impenitente dongiovanni Honoré ci guarda e ci avverte, cantando la famosa Thank God for Little Girls, che stiamo per assistere alla storia di una “little girl” del tutto particolare: si tratta di Gigi (Leslie Caron), personaggio così vitale, energico e sopra le righe da conquistarsi…

Poetica politica. Prima del canonizzarsi del “mafia-movie” e prima della grande stagione del cinema politico italiano, fu A ciascuno il suo, quinto lungometraggio di Elio Petri, a spalancare gli occhi del grande pubblico sulle criminali connessioni tra potere, Chiesa e malavita.

© 2016 Leitmovie - Associazione culturale | CF:91379950370 | info@leitmovie.it | Cookie Policy
Top

Web design a cura di Beltenis.it