Sorry, this entry is only available in Italian. For the sake of viewer convenience, the content is shown below in the alternative language. You may click the link to switch the active language.


Voto al film:

Il curioso caso di Leonard Zelig

Un documentario falso realizzato utilizzando quasi solo materiale d’archivio vero, una storia d’amore falsa interpretata da attori (Woody Allen e Mia Farrow) che stanno vivendo una relazione vera, un fenomeno falso analizzato da intellettuali veri (Susan Sontag, Irving Howe, Saul Bellow e Bruno Bettleheim), una parabola falsa (di un uomo che passa dal successo e dal consenso unanime all’essere considerato un mostro) che assomiglia molto a quella vera di Woody Allen (suo malgrado preveggente, in attesa di un colpo di teatro per riconquistare, come riesce a Zelig, l’apprezzamento generale).

Read more


Voto al film:

In onda il 12 febbraio 2019 su Rai1, ore 21.25

La donna che soffre

Prima o poi una fiction su Mia Martini sarebbe uscita, lo sospettavamo da anni. La vita di Domenica Bertè, questo il suo nome anagrafico, ben si presta a punte drammatiche che si adagiano su topos ben conosciuti: il rapporto conflittuale con il padre, una sorella adorata e ribelle, un amore devastante, una superstizione come peggior nemico e canzoni che hanno strappato il cuore a generazioni. Era già tutto scritto, tutto nella Leggenda. Read more


Voto al film:

La musica che eleva l’anima

Regista più di altri votato alla decostruzione degli stereotipi cinematografici connessi agli afroamericani (come già dimostrato in Medicine for Melancholy e Moonlight), con Se la strada potesse parlare Barry Jenkins lavora sulla rappresentazione del ghetto, scostandosi dall’iconografia negativa della blaxploitation in favore di un ritratto più realistica e veritiera. Read more


Voto al film:

Cuori matti

Polonia, 1949. La giovane Zula (Joanna Kulig) viene scelta dal direttore d’orchestra e musicista Wiktor (Tomasz Kot) per far parte di un nuovo corpo di canti e danze popolari, il “Mazowsze”, creato per volontà del governo filosovietico. Inizia così un percorso itinerante tra Polonia, la Berlino separata dal muro, Jugoslavia e la Parigi già avviata alla modernità, con la grande Storia sullo sfondo e una travolgente passione amorosa in primo piano. Read more


Voto al film:

Tutto su Abigail

La regina Anna Stuart e la duchessa Sarah di Marlborough sono grandi amiche, perfino amanti. Si conoscono fin da piccole e, delle due, Sarah è la più determinata tanto da essere la dama favorita a corte. Anna Stuart è una regina incerta e inadeguata: ha perduto diciassette figli e vive con diciassette conigli che associa ai bambini morti. Read more

© 2016 Leitmovie - Associazione culturale | CF:91379950370 | info@leitmovie.it | Cookie Policy
Top

Web design a cura di Beltenis.it