Sorry, this entry is only available in Italian. For the sake of viewer convenience, the content is shown below in the alternative language. You may click the link to switch the active language.

Sorry, this entry is only available in Italian. For the sake of viewer convenience, the content is shown below in the alternative language. You may click the link to switch the active language.


Parigino, armeno, icona internazionale, cosmopolita

Ricordo un film del Quebec dal titolo C.R.A.Z.Y., ambientato tra gli anni Sessanta e gli anni Settanta e uscito nel 2005. Racconta in poche parole il coming out del quarto di cinque figli (Zac) e del suo rapporto conflittuale col padre. I gusti di Zac vanno dal beat, al rock al glam. Il padre invece è ossessionato da un brano di Aznavour, Emmenez-moi, un pezzo in minore che parla del desiderio del narratore di fuggire dal maltempo e dalla miseria per conquistare, almeno, un po’ di sole. Read more

Sorry, this entry is only available in Italian. For the sake of viewer convenience, the content is shown below in the alternative language. You may click the link to switch the active language.


Voto al film:

Dai seventies a oggi

Componente essenziale di tutto il cinema di Spike Lee, la musica assume funzione rilevante non solo a sottolineatura emotiva delle immagini quanto facendosi, piuttosto, loro parte integrante da cui sono arricchite di significati altri sottesi dai brani a essi associati. Read more

Sorry, this entry is only available in Italian. For the sake of viewer convenience, the content is shown below in the alternative language. You may click the link to switch the active language.


Voto al film:

Note sotto il costume

“Sì, eravamo pazzi, eravamo strambi, eravamo nazisti, eravamo tutto quello che si dice in giro. Ma credevamo anche in quello che facevamo. Con i nostri sforzi cercavamo di rendere migliore e più sicuro questo paese. […] Fu solo quando ci mettemmo insieme che cominciarono i problemi.

Read more

Sorry, this entry is only available in Italian. For the sake of viewer convenience, the content is shown below in the alternative language. You may click the link to switch the active language.


Voto al film:

Ascesa e caduta del La Motta di Scorsese

Esce solo quattro anni dopo l’epopea pugilistica di Rocky, eppure si distanzia nettamente dallo stile e dalle intenzioni di John G. Avildsen: fotografato magistralmente dal bianco e nero di Michael Chapman, nel 1980 Toro Scatenato di Martin Scorsese racconta una storia di colpa e di autodistruzione, affermandosi come il film che ha cambiato in maniera netta e definitiva la rappresentazione della boxe nel cinema.

Read more

[/column]
© 2016 Leitmovie - Associazione culturale | CF:91379950370 | info@leitmovie.it | Cookie Policy
Top

Web design a cura di Beltenis.it