About Marianna Curia

Nata a Cosenza nel 1977 è diplomata in viola al Conservatorio di Cosenza, laureata in DAMS all’Università della Calabria con una Tesi sulla musica nel cinema di Kubrick e in Italianistica all’Università di Bologna. Dottore di ricerca con una Tesi sugli effetti speciali sonori nel cinema europeo e americano, ha tenuto incontri e relazioni all’Università della Calabria e all’Università di Bologna. Autrice di saggi a carattere cinematografico pubblicati in volumi collettivi e su riviste quali “Fata Morgana”, “Close-up” e “Cinefilia Ritrovata”, insegna musica e strumento musicale alla scuola secondaria di primo grado nel capoluogo emiliano e collabora con la Fondazione Cineteca di Bologna in occasione del festival Il Cinema Ritrovato.

Marianna Curia torna su Leitmovie con la recensione di Lezioni di piano di Jane Campion dal Cinema Ritrovato 2019

Riabilitare Amy Perché vedere il documentario di una star morta? Se le attese spettatoriali devono ritenersi soddisfatte dal gossip rivelato da un biopic – che riporta aspetti inediti della vita artistica e psicologica del personaggio che racconta – l’analisi formale del critico cinematografico deve osservarne la struttura cercando di prendere le distanze dalla logica emotiva…

Affetti elettronici Quelle di suono, rumore, effetto e silenzio non sono categorie precostituite, ma unità semiologiche da contestualizzare, tanto che, a livello teorico, l’ansia definitoria degli studi di settore viene costantemente inibita dall’ibridazione di tali unità e dalle soluzioni artistico-formali dei singoli autori.

Dylaniati dalla nostalgia Se Bob Dylan è un universo in espansione, il film documentario di Scorsese No Direction Home è una ricostruzione del Big Bang. Chi inizia a raccontarlo è il protagonista, il Dylan musicista più che il Dylan personaggio.

In principio fu il suono In principio fu il suono: quello forte e sibilante degli aerei sulla piattaforma di osservazione all’aereoporto di Orly. L’inizio sonoro ne La jetée è per lo spettatore-ascoltatore il primo segno acustico di un film in cui non ci sono voci. Si tratta di un photo-roman, ovvero una sequenza di fotografie che…

  Scarafaggi psichedelici Cosa unisce il gruppo dei Beatles a quello dei Gorillaz? Entrambi sono diventati una cartoon band: così, se per la prima volta nella storia del rock, le quattro rockstars più famose del mondo sono diventate i personaggi del cartone animato Yellow Submarine (George Dunning, 1968), trenta anni dopo, i musicisti di un’altra…

In onda mercoledì su Rai 5, ore 21.15 Confessioni dal palco C’è stato un tempo in cui Leonard Cohen non faceva di mestiere il cantante, ma lo scrittore e il poeta. Poi, come per altri giovani talenti della sua generazione (da Patty Smith a Jim Morrison), quando nacque l’esigenza di raggiungere il vero successo di…

Il costume dei Casadei Parafrasando il titolo di un libro di Umberto Eco (Il costume di casa, degli inizi degli anni Settanta), il film Vai col liscio – L’epopea del liscio romagnolo in Tre Atti di Giangiacomo De Stefano e Matteo Medri, marca il valore di una famosa tradizione musicale sia rispetto al suo territorio…

Yo-Yo Ma e i musicisti della via della seta di Morgan Neville, documentario sulla musica come linguaggio universale capace di superare e abbattere frontiere e limiti. La recensione di Marianna Curia

Marianna Curia su Enrico Rava. Note necessarie di Monica Affatato, biografia filmata del noto jazzista italiano in sala da domani

© 2016 Leitmovie - Associazione culturale | CF:91379950370 | info@leitmovie.it | Cookie Policy
Top

Web design a cura di Beltenis.it