homescontents

[:it]Speciale David Bowie: David Bowie – Five Years[:]

A VPN is an essential component of IT security, whether you’re just starting a business or are already up and running. Most business interactions and transactions happen online and VPN

[:it][column width=”1/1″ last=”true” title=”” title_type=”single” animation=”none” implicit=”true”]

[:it]


Il secondo appuntamento con lo speciale su David Bowie è a firma di Lapo Gresleri che scrive di David Bowie – Five Years di Francis Whately

Voto al film:

“Uso il Rock ‘n’ Roll come mezzo”

David Bowie – Five Years, diretto da Francis Whately per la BBC nel 2013, non è un documentario biografico tradizionale. Piuttosto che mettere in luce gli aspetti più o meno noti ma comunque portanti della vita dell’artista, Whately ne esplora la carriera nel tentativo di dare corpo e ordine a un’articolata attività che si è imposta negli anni facendo del suo soggetto una delle figure più significative nel panorama della cultura popolare del Novecento.

david bowieLa ricchezza di Five Years non sta dunque tanto nell’atto celebrativo del cantante allora appena tornato sulle scene dopo dieci anni di silenzio, quanto nel raggiungere l’essenza della sua creatività, elaborato processo di continua evoluzione sia tecnica che d’immagine pubblica.

Attraverso materiale audio-video inedito e rare interviste al musicista e ai suoi più stretti collaboratori, sono analizzate cinque fasi – o anni, appunto – associate ad altrettanti mutamenti del personaggio-David Bowie, significativi tanto per l’aspetto iconico-estetico che per quello musicale. Dal rocker alieno Ziggy Stardust alla star del Soul di Young Americans (1975); dall’algido Duca Bianco di Station to Station (1976) al successivo declino psicologico e artistico; la rinascita berlinese con la svolta elettronica al fianco di Brian Eno con il successo di “Heores” (1977) fino ai trionfi commerciali di Scary Monsters (1980) e Let’s Dance (1983).

Spesso troppo all’avanguardia perché le sue elaborazioni fossero colte come espressioni del proprio tempo in divenire, l’autore londinese resta tutt’oggi esempio significativo di poliedrica creatività, mai limitata a un’unica disciplina quanto invece interessata a una fine tessitura tra diverse arti, dove la musica funge da catalizzatore e mezzo, strumento prediletto per sviluppare nuovi progetti. Artista carismatico quanto enigmatico, David Bowie ha david bowie_2fatto del trasformismo il proprio punto di forza: mischiando teatro e musica ha dato vita a personaggi entrati di diritto nell’immaginario collettivo, caratterizzati da un’estraneità, un distacco dalla realtà divenuto tratto saliente del carattere stanislavskiano dell’interprete, che amava definirsi “collezionista di personalità e idee”.

Perché prima di tutto, Bowie è stato un catalizzatore di mode, tendenze e idee, che ha saputo di volta in volta rielaborare in forme nuove, trasgressive non in senso negativo, ma piuttosto nell’accezione letterale del temine latino transgrĕdi, “andare oltre”.

SCHEDA TECNICA
David Bowie – Five Years (Id., Inghilterra, 2013) – REGIA: Francis Whately. FOTOGRAFIA: Richard Numeroff. MONTAGGIO: Ged Murphy. MUSICHE: David Bowie. CAST: David Bowie, Rick Wakeman, John Harris, Carlos Malomar, Brian Eno. GENERE: Documentario. DURATA: 89′. Trasmesso da BBC TWO il 25 maggio 2013

[/column][:]

Facebook
Twitter
LinkedIn
WhatsApp
Telegram

Leave a Replay