Stevie Wonder. Isn’t he Lovely? Genio indiscusso e grande innovatore, Stevie Wonder (al secolo Stevland Hardaway Morris) è riuscito nell’arduo compito di unire tutto il mondo sotto il segno della sua musica. Le sue canzoni, come del resto la sua vita, sono un inno alla positività e alla gioia di essere sé stessi: comunicano coraggio,…

La musica come rinascita Un uomo perde suo figlio in una tragica sparatoria in un campus universitario. Tutta la sua vita fatta di benessere economico e successi professionali, in quel momento si interrompe in modo irrimediabile. Lo ritroviamo anni dopo a vivere su una barca, mentre le sue giornate sono scandite solo da un lavoretto…

La sinfonia del caso “Un colpo di dadi non abolirà mai il caso”, scriveva Mallarmé. Anche Lelouch sembra esserne convinto. Da sempre il suo cinema è profondamente e intimamente intessuto dei giochi della casualità, di ciò che di imprevedibile e dunque anche di possibile, può accadere nella vita di una persona.

Nostalgia del metallo È difficile comprendere le reali intenzioni di We Are Twisted Fucking Sister!, documentario firmato da Andrew Horn (The Nomi Song) e dedicato all’omonima band statunitense che, tra gli anni ’70 e gli anni ’80, si fece conoscere sulla scena hair metal; sviluppandosi attraverso un montaggio decisamente canonico, che alterna interviste ai membri…

Note ai margini Roxanne Roxanne, diretto da Michael Larnell e prodotto tra gli altri da Forest Whitaker e Pharrell Williams, ha il pregio di portare sullo schermo la storia di Roxanne Shanté, influente voce del rap anni Ottanta, capace di trasporre in musica le delicate questioni di genere da un punto di vista opposto a…

Un ritratto a rispettosa distanza Patti Smith fa parte, probabilmente anche a causa della sua parchissima frequentazione di droghe, dei sopravvissuti di un’epoca. Parlare di lei significa squarciare una dimensione parallela sul Chelsea Hotel, su Bob Dylan giovane, su William Burroughs, su Allen Ginsberg, sul suo alter ego Robert Mapplethorpe.

Living the polka dream Nonostante l’impianto didascalico e di scarsa originalità, il biopic Il re della polka di Maya Forbes (produttrice e sceneggiatrice alla sua seconda prova come regista dopo Teneramente folle) risulta un film abbastanza riuscito, lodevole senza dubbio per l’interpretazione di Jack Black nel ruolo del protagonista Jan Lewan, già soggetto del documentario…

Ritratto in jazz Di solito riservato e taciturno, Paolo Conte si dona inaspettatamente all’obiettivo di Ingo Helm, autore del mediometraggio Una faccia in prestito, in cui il pianista si racconta in prima persona attraverso aneddoti e confessioni inerenti la sua personalità e la sua arte.

“Per il santino mi sento ancora abbastanza vivo” Sono parole che il De André di Luca Marinelli pronuncia dopo il concerto tanto atteso alla Bussola nel 1975. La fiction diventa metafiction: sembra commentare se stessa. Dori Ghezzi d’altronde si era impuntata e c’era quasi riuscita. Aveva dichiarato che avrebbe acconsentito al biopic televisivo sul marito…

Quisquilie e pinzillacchere Difficile annoiarsi quando si parla di Jimi Hendrix. Difficile sì, ma non impossibile. Jimi Hendrix: the Uncut Story è certo un titolo invitante, poiché convince l’ignaro spettatore di poter accedere ad una verità senza censure. In realtà, già dalla prima delle tre parti del documentario, si comprende il vero significato della parola…

© 2016 Leitmovie - Associazione culturale | CF:91379950370 | info@leitmovie.it | Cookie Policy
Top

Web design a cura di Beltenis.it