Lapo Gresleri su I gatti persiani, il rivoluzionario docu-film di Bahman Ghobadi

Perché “Jules et Jim” è un capolavoro Spesso si danno molte cose per scontate, si affibbiano epiteti senza valutare il peso delle parole. “Capolavoro” è una parola che va guadagnata e Jules et Jim, un film da godere sul grande schermo sul quale è ritornato dopo il restauro, se la merita tutta.

In occasione dell’uscita del volume “Mamma Roma – un film scritto e diretto da Pier Paolo Pasolini” (Edizioni Cineteca di Bologna, 2019) a cura di Franco Zabagli, Stefano Careddu rilegge per noi il secondo lungometraggio del regista-intellettuale

La musica delle emozioni Giancaldo, un paesino della Sicilia, secondo dopoguerra. Il piccolo Totò stringe amicizia con l’operatore di cabina Alfredo, che lavora presso l’unico cinema esistente al tempo in quel luogo. Il bambino è affascinato dalla potenza evocativa delle immagini, e desidera conoscere tutti i segreti attraverso i quali Alfredo è in grado di…

Ottant’anni fa Walt DIsney riceveva l’Oscar alla carriera… Vincenzo Palermo analizza per noi uno dei suoi film più ambiziosi, Fantasia

Il realismo psicologico come questione di stile. Opera cardine della poetica di Elio Petri riguardante il cinema come strumento di analisi psicologica dell’individuo, I giorni contati rappresenta la prosecuzione del cammino autoriale avviato con L’assassino, di cui costituisce un approfondimento sia sul piano stilistico sia su quello tematico, virando in chiave esistenziale la meditazione sul…

Andrea Zacchi sul geniale mockumentary di Woody Allen Zelig

Una ricerca stilistica che emerge da ogni dettaglio. Per il suo esordio alla regia di un lungometraggio, Elio Petri si affianca a Pasquale Festa Campanile, Tonino Guerra e Massimo Franciosa nella scrittura di un dramma, metà thriller metà noir, che affida poi all’interpretazione magistrale di due giganti: Marcello Mastroianni è Alfredo Martelli, antiquario accusato dell’omicidio…

Il suono del kairos e il segreto della campana Più che un film su un pittore di icone, si potrebbe dire che Andrej Rublëv è, esso stesso, un’icona.

In onda il 15 gennaio su Rai Movie, ore 16:00 “Non sai mai cosa credere” Con Accordi e disaccordi – titolo italiano di Sweet and Lowdown – Woody Allen torna a cimentarsi nel mockumentary diversi anni dopo Prendi i soldi e scappa (1969) e Zelig (1983), in cui aveva costruito due false inchieste ricche di…

© 2016 Leitmovie - Associazione culturale | CF:91379950370 | info@leitmovie.it | Cookie Policy
Top

Web design a cura di Beltenis.it