Note blue Non è facile penetrare la vita di una celebrità, raggiungendone i lati più intimi e nascosti restituendone la personalità più profonda e sconosciuta, e Bruce Weber dimostra egregiamente di possedere questo talento.

“Quelli come noi sono fatti per essere felici nel nostro lavoro del cinema” L’amore di François Truffaut per il cinema trapela da ogni suo film, ma se dovessimo scegliere una sua opera che sia una vera e propria dichiarazione d’amore alla settima arte questa non potrebbe che essere Effetto notte.

Sonorizzazione di un “talkie muto” E’ una comicità travolgente quella di The Patsy, commedia del 1928 diretta da King Vidor.

Dissonanti partiture Pur tenendosi lontano da qualsiasi riferimento politico e sociale, L’uccello dalle piume di cristallo (uscito nelle sale nel febbraio del 1970, due mesi dopo la strage di Piazza Fontana) può essere considerato un film emblematico di un profondo cambiamento nella società italiana: la luce, la leggerezza e l’ottimismo degli anni Sessanta lasciano definitivamente…

Filologia cinefila Esperienza sensoriale magnifica e immaginifica, la proiezione con lanterna al carbone è uno degli appuntamenti del festival irrinunciabili per ogni cinefilo.

Play it again, Johnny Guitar Per capire quali siano i temi e le atmosfere principali di Johnny Guitar, uscito nel 1954, basterebbero le parole della canzone scritta da Victor Young e Peggy Lee e che rappresenta il leitmotiv del film.

Requiem for a dead town Le memorie dal sottosuolo d’America di Dawson City – Il tempo tra i ghiacci vivono soprattutto grazie al commento sonoro di Alex Somers, che va oltre il canonico accompagnamento, dando al montato un significato aggiunto non indifferente.

Una nave per la disillusione Cupo melodramma portuale acceso dal fuoco della passione amorosa in forma di triangolo, Große Freiheit Nr. 7 (1944/1945) è un’opera che parla per metafore sia della situazione della Germania nella prima metà degli anni Quaranta sia della condizione dell’uomo alle prese con l’amore e il desiderio di costruire il proprio…

Suoni e visioni di un’America nuova Il capolavoro di Mike Nichols si è imposto come film manifesto nella storia del cinema, rappresentando un’epoca, la fine degli anni Sessanta, facendosi portavoce e precursore di quel periodo e dei suoi cambiamenti.

L’uomo con la macchina fotografica “The lysergic experience opened up my third eye, you might say.” Mick Rock è stato tra i più grandi, se non il più grande fotografo della storia del rock ‘n’ roll. Un predestinato forse, in quanto – anche se può esser facile cadere in errore – il suo non è…

© 2016 Leitmovie - Associazione culturale | CF:91379950370 | info@leitmovie.it | Cookie Policy
Top

Web design a cura di Beltenis.it